In inverno in olanda

4 Febbraio 2007 6 commenti

Eccomi qui dopo una lunga assenza dai miei racconti sull’Olanda…nell’ultimo periodo ero un pò persa nei miei pensieri…
Ho iniziato il mio erasmus pensando di potermelo vivere tranquilla, con un pò di quella superficialità che in genere non fa parte del mio carattere… ma in realtà poi son sempre la stessa con i miei pregi e i miei difetti. Ancora non sono capace di farmi scivolare le cose addosso senza farmi coinvolgere, senza farmi problemi. Forse sono diventata un pò più forte nell’affrontare ogni cosa…alla fine cado sempre in piedi…ed è la cosa più importante…

E’ periodo di nuovi arrivi (finalmente anche qualche ragazza) e purtroppo anche delle partenze… uno dei motivi del mio periodo malinconico… perchè tra tutti una persona mi mancherà particolarmente…

Comunque, ora mi devo riprendere, tornare a sorridere, perchè noi italiani dicono che sorridiamo sempre… paradossalmente qui son quasi sempre di buon umore mentre quando ero a Cagliari ero sempre un pò malinconica e pensierosa… forse sto trovando i miei equilibri…

La tesi procede, sono sempre più impegnata in laboratorio ma è tutto molto piacevole… insomma ragazzi…io non ho voglia di tornare a studiare a Cagliari… ma ovviamente devo…o meglio…voglio laurearmi prima possibile e ripartire. Non so dove, vedremo.. Alla fine per quanto amo la Sardegna stando fuori mi son resa conto di quanto sia limitante vivere in un’ isola… e poi chi ha voglia di farsi sfruttare gratis quando all’estero udite udite…un laureato viene pagato x lavorare!

Continuano le mie disavventure con la bicicletta… ho perso una rotellina e ora non la posso usare perchè la catena non gira… ma ovviamente è molto costoso ripararla! E così son una settimana che giro a piedi…che palle! E che sfiga!!!

Poi che dirvi… venerdì dopo il laboratorio sono andata a cena con qualche collega e assistenti vari in un ristorante francese… alle 21 ero fusa… dopo 13 ore che non parlavo altro che in inglese!! E che inglese… perchè ovviamente dopo una settimana di lavoro (nonchè di uscite…visto che son stata a casa solo giovedì) la stanchezza si faceva sentire… e non vi dico quanto riuscivo a pensare… il mio cervello diceva “BATTERY LOW”. Però almeno ho parlato… non son stata zitta a fare sorrisini (forse è per quello che dicono che gli italiani sorridono sempre…non sapendo l’inglese fanno il sorriso di circostanza!).

Bene ora mi metto ai fornelli… sto imparando a cucinare…da poco ho anche cucinato sardo per i miei amici di qui …

Buone feste a tutti!

27 Dicembre 2006 2 commenti


A Natale puoi
fare quello che non puoi fare mai:
riprendere a giocare,
riprendere a sognare,
riprendere quel tempo
che rincorrevi tanto.

È Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e a Natale si può amare di più,
è Natale e a Natale si può fare di più
per noi:
a Natale puoi.

A Natale puoi
dire ciò che non riesci a dire mai:
che bello è stare insieme,
che sembra di volare,
che voglia di gridare
quanto ti voglio bene.

È Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e a Natale si può amare di più,
è Natale e a Natale si può fare di più
per noi:
a Natale puoi.
È Natale e a Natale si può amare di più,
è Natale e a Natale si può fare di più
per noi:
a Natale puoi.

Luce blu,
c?è qualcosa dentro l?anima che brilla di più:
è la voglia che è l?amore,
che non c?è solo a Natale,
che ogni giorno crescerà,
se lo vuoi.

A Natale puoi.

È Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e a Natale si può amare di più,
è Natale e a Natale si può fare di più,
è Natale e da Natale puoi fidarti di più.

A Natale puoi
puoi fidarti di più.

A Natale puoi.

Il mio più lungo venerdì olandese

19 Dicembre 2006 2 commenti


Incomincio ad impratichirmi in laboratorio, ormai sono indipendenete per molte cose…ormai son esperta di misure di nitrati, nitriti, fosfati e COD… con apparecchiature molto piu` veloci di quelle che ci sono a Cagliari.
L’altro giorno però..pero` mentre maneggiavo con la pompa dell`acqua distillata…toh che si svita…e comincia a spruzzare in tutto il laboratorio… ovviamente ero da sola e non volava una mosca.. cosi` l`unica cosa che potevo fare era cercare di trattenerla chiusa con entrambe le mani…dovevate vedermi!! Dopo un po` per fortuna e` arrivato un ragazzo e mi ha aiutato…ovviamente dopo avermi chiesto quanto ero li` ad aspettare… Comunque..risolto il problema incomincio ad asciugare…ovviamente se per terra e` bagnato uno cosa fa? prende lo straccio e asciuga..NO!!troppo semplice…i tipo mi dice che devo usare la washing machine (cioe` un`asciugatrice). Cosi`, dopo avergli detto che non so dov`e` , lo seguo… dopo qualche metro mi dice “ma io non sto andando a cercarla.E` per quello che mi stai seguendo?”…rido…zitta zitta torno in laboratorio…trovo sta maledetta macchina (assomigliava a quella dei ghostbusters) e rimedio ai miei danni.

Venerdì alle 18 comincia il party. Con i miei colleghi olandesi e il dottorando filippino saliamo le scalette che portano alla mansarda del dipartimento…e all’improvviso ci ritroviamo al party! Il soffitto addobbato in stile le mille e una notte, le assistenti del prof vestite da odalische, qualche uomo da arabo…rapidamente dimentichiamo che siamo ancora in facoltà… Iniziano a portare la cena…cucina greca e turca, tutto free…e buonissima! Dopo la cena (ore 19) iniziano le danze…Shakira e musiche semi orientali, c’è persino una danzatrice del ventre… per la prima volta non mi son sentita italiana, ho potuto parlare tutta la sera solo inglese ed è stato bellissimo rendermi conto che stavo comunicando e mi stavo divertendo anche senza parlare la mia lingua!

Alle 22 la serata diventa un pò piatta…in fondo siamo da 13 ore in quell’edificio… così andiamo via…

Dopo un salto a casa ei centro a salutare alcuni amici, decido di raggiungere altri amici ad una festa d’addio per un dottorato… questa volta tutti italiani e spagnoli… non solo di Delft ma anche di Gent (tra cui un ragazzo sassarese) e persino uno che arriva da Parigi (penso avesse fatto l’erasmus a Delft). comunque l’ho finita ubriaca fino alle 5 del mattino…

Sabato invece serata tranquilla… giusto una pattinata sul ghiaccio…che bello… la pista è il doppio di quella di Cagliari!E non sono caduta neanche una volta!

-6 al rientro in sardegna

15 Dicembre 2006 1 commento

Ha ragione un mio amico, forse alla fine dell’erasmus potrò scrivere un libro per raccontare le mie figure di merda…
La settimana scorsa è stata un pò sfigata:

1) mi si è rotta la cerniera del piumino mentre rientravo da una cena a base di costolette e ho rischiato la congestione.. (anche perchè stando q ui i pantaloni stanno diventando sempre più a vita bassa);

2) mi si è rotto anche l’aggancio della luce…e per ora vado avanti legandolo con lo scotch… e non è il massimo…!!

ma veniamo alla figura di merda della settimana…

I miei colleghi stavano parlando del caffè, con la busta in mano … e io ho capito solo “from Roma” e ho visto che facevano facce strane. Ovviamente da italiana orgogliosa non potevo lasciare che credessero che quella merda di caffè che si bevono fosse italiano. Così prendo la busta e leggo “Aroma” e gli ho spiegato che aroma voleva dire “taste”, non era la città… e il tipo mi dice “stupid italians”… A quel punto mi viene il dubbio… di nascosto prendo il dizionario e cerco… “Aroma”….e trovo “Aroma, fragrance”….OPSSSSSSSSSSSSSSSS!!! Non sapevo si dicesse nello stesso modo in inglese!

Però sto migliorando, ora faccio le figure di merda e poi cerco di rimediare… ho preso da parte il tipo e gli ho spiegato cosa avevo capito… Oh my God!

Questa settimana in dipartimento c’è in programma una festa natalizia… festa “after meeting”..quindi immagino inizierà alle 5 del pomeriggio come da noi le feste per i bambini… sarà una buona occasione per parlare in english… e perchè no, per potervi poi raccontare qualche altra figuraccia…

E’ quasi natale anche qui in olanda..

4 Dicembre 2006 4 commenti


Il biglietto è pronto… il 20 dicembre sarò a Cagliari per un breve rientro in famiglia… il 28 sarò di nuovo qui, insieme a ad un’amica!
Sono trascorse le prime 2 settimane in Olanda…ormai mi sto ambientando, mi sto abituando anche al freddo, al buio alle 4 del pomeriggio, alla pioggia…
All’università va tutto bene anche se ancora ho problemi con l’inglese e a volte mi sento stupidissima quando mi dicono le cose e non capisco… per non parlare poi di quando ti accorgi che quello che hanno detto era una battuta… e ti ritrovi lì a forzare la risata!
Ho inizato ad uscire, quasi esclusivamnete con italiani per ora, ma spero riusciremo ad allargare le conoscenze. Delft on offre molti svaghi.. poi se fai affidamento all’ospitalità degli olandesi che incontri in giro stai fresco!!! Come ha detto un ragazzo.. trattano gli stranieri come noi trattiamo gli albanesi! Probabilmente stufi di avere stranieri a Delft…

Breve riassunto di alcuni episodi:

1. Al mio vicino spagnolo ho detto “I was in the washing machine”… dovevo dire che ero in lavanderia…non che ero in lavatrice!!! Quando ho conversazione non previste mi emoziono!

2. Ricerca della bici parte prima. La prima che ho visto era bellissima, decido che deve essere mia… tento di salirci..ma è troppo alta!!!! Vi dico solo che ho un livido nell’interno coscia e che se fossi stata un uomo avrei perso la mia virilità.

3. Ricerca bici parte seconda. Sabato ho comprato la bici!! Il signore mi invita a fare un giro di prova… così mi preparo… mi sollevo il piumino e parto…faccio un giretto, torno indietro freno e… mi blocco… non riesco a scendere!!! Mi si era incastrato il piumino sotto il sellino!!!!

4. Oggi per la prima volta son stata da sola in facoltà, la mia tutor non c’era ma mi ha lasciato il compito di prepare i nutrienti e il substrato
. Il fatto vuole che proprio oggi sia mancata la corrente e si sia rotto il pc che gestisce le fasi del reattore! Merda!!! E vai e spiegalo in inglese!! ma soprattutto a chi??

5. Dopo 20 giorni ho imparato che in Olanda 1 e 2 centesimi non li vogliono… ovviamente l’ho imparato dopo aver cercato di rifilarli piu’ di una volta al supermercato… uffa.. volevo solo essere gentile!

Primi giorni a Delft

24 Novembre 2006 2 commenti


ciao a tutti! Per la prima volta scrivo da Delft,
dal mio studio in Roland Holstlaan. La città è carinissima, poi l’autunno secondo me la rende ancora più affascinante con i suoi aceri dalle foglie gialle. E poi ci sono dei posti romanticissimi…uhm.. Il tempo non è dei migliori, oggi son andata in giro con un enorme poncho argentato x proteggermi dalla pioggia… in genere c’è la combinazione vento-pioggia che rende inutili gli ombrelli.
La casa non è molto attrezzata, quindi per la prima volta nella mia vita mi son ritrovata a comprare mestoli e pentolini… però tutto sommato si sta bene anche se son da sola. Un’altra cosa strana, che vi farà ridere, è che c’è il water antigravitazionale… cioè x evitare l’effetto rimbalzo hanno fatto una parte alta orizzontale… orribile!!
Con l’inglese sto migliorando, capisco di più e riesco a farmi capire meglio. Però sembro sicuramente una tonta perchè ancora ho paura di fare conversazione…gli olandesi parlano l`inglese abbastanza bene. Quando poi parlano tra loro infogatissimi… se posso scappo…
La facoltà una figata, son molto attrezzati…il mio laboratorio è grande quanto la facoltà di ing ambientale e chimica di cagliari messe assieme. Super attrezzato… Il carico di impegno richiesto è alto, 7 ore al giorno e ti mollano subito a fare le cose da solo… ogni tanto panico..” monta il reattore” ..io ma siamo fuori? e oggi mi ha fatto preparare i nutrienti…io che ho fatto un esame di chimica pure scopiazzato e 9 ore di laboratorio in tutto.. E non mancano i momenti di svago, nel dipartimento, in mansarda c’è un pub dove il venerdì sera dopo le 17 si riuniscono e si divertono insieme. Inoltre la piccola mensa del dipartimento è gratuita.
Per ora non ho ancora fatto vita mondana… ragazzi portatemi in giro!!!!

In partenza!

15 Novembre 2006 2 commenti


E’ arrivato il grande giorno.. domani a quest’ora sarò già a Delft, in quello che sarà il mio appartamento per i prossimi 6 mesi…
Sono emozionata..ma ho anche l’ansia!!!!
A presto!

E sono a -4…

26 Ottobre 2006 4 commenti


… e ora vai con il calice di fuoco!!!!
Ehm in realtà dovrei dire vai con il prossimo esame
ma vabbè… ora che un mio collega mi ha fatto entrare
nel mondo di Harry Potter non posso resistere alla
tentazione di leggere tutti i libri!! Sul vedere tutti
i film son meno entusiasta..mi fa incazzare quando tagliano
le scene o cambiano le cose!!! Comunque dicevo che oggi ho
dato un esame, con il professore più stronzo di ingegneria
ambientale, quindi mi ritengo soddisfatta del mio voto
non brillante!
Inoltre a oggi mancano esattamente 20 giorni alla mia
partenza per Delft… ceeh aiuto che emozione!!! Non vedo l’ora!!
Son emozionata, preoccupata ma ho troppa voglia di vivere questa esperienza!!!!

Ci siamo quasi!!

16 Settembre 2006 2 commenti


L’estate è finita e
si avvicina l’inizio della mi avventura.
Pochi giorni fa ho ufficializzato
la partenza per Delft, ho finalmente fatto il biglietto
e ormai è fatta.. data 16 novembre… AIUTO!!!!
Incomincio ad impanicarmi un pò…
esami da dare, inglese da esercitare
(ma tanto le tante figure di merda le
farò, è inevitabile!), pensare a cosa portare…
e poi penso “e cosa lascio qui”?? apparentemente nulla,
forse solo un pezzo di cuore… mah si vedrà…
intanto cerco di portarmelo via tutto…
voglòio avre la mente libera da tristi pensieri…

La porta è la parte più lunga di un viaggio

come mi ha ricordato Fabio Volo
(ho appena finito di leggere “un posto nel mondo”)…

quindi l’importante è partire.. poi si vedrà…

P.s Nella foto il mio adorato Ulisse

:-(

11 Agosto 2006 9 commenti


Scrivo, cancello, riscrivo, ricancello…
cerco di trattenermi dal mandargli un messaggio…
ma perchè non riesco a non pensare a lui?
Sarà che improvvisamente mi sento vuota,
odio quest’estate, non vedo l’ora che finisca…
voglio partire, voglio andarmene da qui e dimenticare…

echo '';